Gli auguri alla Festa del Riso dal Presidio


Il 1986 è stato un anno fecondo: a Grumolo delle Abbadesse, un gruppo di persone lungimiranti e fortemente legate alla loro terra ed ai suoi frutti più rappresentativi, hanno ideato e dato origine alla Festa del Riso.

A Bra, in Piemonte, un gruppo di persone guidate da Carlo Petrini ha dato vita alla Associazione Slow Food. Quindi, per una fortunata coincidenza, la Festa del Riso di Grumolo delle Abbadesse e Slow Food compiono assieme i loro primi 25 anni.

Slow Food è diventata, nel 1989, una Associazione Inter­nazionale che oggi conta oltre 100.000 iscritti in 150 Nazio­ni e che vuole dare la giusta importanza al piacere legato al cibo, imparando a godere della diversità delle ricette e dei sapori, a riconoscere la varietà dei luoghi di produzione e degli artefici, a rispettare i ritmi delle stagioni e del convivio. A questo si collega il principio del cibo sano, “buono, pulito e giusto” dal quale l’uomo trae nutrimento e salute.

Slow Food opera per la salvaguardia delle cucine locali, delle produzioni tradizionali, delle specie vegetali e animali a rischio di estinzione; sostiene un nuovo modello di agricoltura, meno intensivo e più pulito. I principi sono contenuti nel “Manifesto ufficiale di Slow Food”, sottoscritto da delegati di 20 paesi, nel 1989 a Parigi. Tra i sottoscrittori il vicentino, nostro Amico e Maestro, Amedeo Sandri.

Slow Food, tra i molteplici interventi che compie, identifica i prodotti tradizionali, di qualità, che rischiano di scomparire e li tutela attraverso l’istituzione dei Presidi.

Il Vialone Nano di Grumolo delle Abbadesse nel 2000 è stato scelto dalla Regione Veneto, su richiesta del Comune, per entrare tra i prodotti Italiani che dovevano essere preser­vati e salvaguardati, pertanto è stato inserito tra i Presidi Slow Food.

Naturalmente a Grumolo si produce anche dell’ottimo Carnaroli, che non è Presidio perché non è una varietà che rischia di scomparire, ma che, come il Vialone, è di primissi­ma qualità grazie alle caratteristiche della generosa terra dove viene coltivato.

I   Produttori aderenti al Presidio Slow Food del riso di Grumolo delle Abbadesse, sono riconoscenti a tutte le Persone che hanno creato e fanno vivere, di anno in anno, la FESTA DEL RISO perché è la testimonianza viva e reale del forte legame che esiste tra il riso e la Comunità di Grumolo, perché la Festa del Riso è un modo sano e social­mente nobile di festeggiare, onorare, far conoscere il riso e promuovere l’identificazione del territorio con il suo prodotto tipico.

II  Presidio Slow Food del Riso Vialone Nano di Grumolo delle Abbadesse ringrazia tutta la Comunità che organizza e realizza la Festa del Riso ed augura un

BUON VENTICINQUESIMO ANNIVERSARIO